Main logo
Curiosità

Un aborto naturale può avere diverse cause

Couple holding hands

Le cause per un cosiddetto aborto spontaneo ripetuto (abituale) possono essere le seguenti:

  • Genetiche: i cambiamenti genetici dipendono principalmente dall’età della madre e maggiorano a partire dai 35 anni di età. Tra le 20–25 enni il rischio di un aborto è circa del 9%, mentre per le donne oltre i 45 arriva fino al 75%. Nel caso in cui si presenti un’alterazione cromosomatica nella madre, invece, sussiste sempre un elevato rischio di interruzione spontanea della gravidanza a prescindere dall’età

  • Immunologiche: in rari casi si ha un’errata reazione nei confronti dell’embrione da parte del sistema immunitario della madre – il sistema immunitario riconosce l’embrione come corpo estraneo e lo rigetta. 

  • Anatomiche: spesso un aborto spontaneo può essere causato dalla presenza di una malformazione dell’utero o di un mioma.

  • Problematiche legate alla coagulazione del sangue: alcune donne presentano una predisposizione (genetica) a trombosi che comporta una mancata alimentazione del feto che ha come conseguenza l’aborto spontaneo.

  • Ormonale: soprattutto un’eventuale ipofunzionamento tiroidale può creare notevoli problemi. Per questo è consigliabile compensare una possibile anomalia della tiroide già prima della gravidanza (per esempio morbo di Hashimoto).

Aborti spontanei dopo FIV e ICSI

Bisogna dire che durante un trattamento di fecondazione in vitro o una ICSI, il rischio di un aborto spontaneo è maggiore rispetto ad una concezione naturale di circa del 15 - 30 %. Delle ricerche dimostrano che il rischio di un aborto spontaneo nel caso di clienti che desiderano da tempo avere un figlio con fertilità ridotta (subfertilità) è leggermente maggiore. Si tratta, a quanto pare, di un rischio collettivo con fattori aggiuntivi che comportano spesso l’interruzione spontanea di una gravidanza. Ciò vale per tutti i pazienti a prescindere dal fatto che si tratti di una gravidanza sorta spontaneamente oppure con fertilizzazione in vitro.

La creazione della vita umana è un processo molto complesso: nonostante la diagnostica sia molto avanzata non è sempre possibile scoprire quale sia la causa effettiva per un susseguirsi di aborti spontanei. Nella nostra clinica di fecondazione assistita forniamo un’ampia consulenza sulle sensate possibilità diagnostiche e terapeutiche – sempre con l’obiettivo di creare le premesse migliori per realizzare il vostro sogno di avere un bambino.

woman holding a flower, leafs

Emorragie durante la gravidanza 

E’ importante sapere che anche se si prevede un aborto nelle prime settimane di gravidanza (di cui l’80% nei primi 3 mesi) non si può applicare nessuna terapia. Di solito si usa una terapia per il corpo luteo, perché la sua carenza può provocare un’emorragia nelle prime settimane.


Inoltre può anche non verificarsi l’emorragia, bensì solo un’interruzione della crescita della placenta oppure dell’embrione. In questi casi, dopo aver atteso che l’emorragia si fermi da sola, si sottopone la donna ad una cura medicamentosa oppure ad intervento chirurgico (curettage) per interrompere le gravidanza.


Vi preghiamo di ricordare che nel caso di un aborto spontaneo il ciclo mestruale riprende da solo, ma anche che non ogni emorragia in gravidanza termina sempre con un aborto!


Le nostre cliniche di fertilità TFP

in Austria

  • Vienna

    Vienna

    1140 Vienna

  • Wels

    Wels

    4600 Wels

  • Klagenfurt

    Klagenfurt

    9020 Klagenfurt

  • Pre-footer

    Pronto per il prossimo passo? Siamo qui per te!

    Prenota ora un appuntamento online - e avvicinati un po' alla famiglia dei tuoi desideri.